Contenuto principale

testata vasari

europaIn occasione di questa data importante, anche nell’ambito del nostro progetto Erasmus, i nostri alunni stanno svolgendo numerose attività che vedono al centro l’Unione Europea. Le nostre classi seconde hanno partecipato al progetto “L’Europa ancora da scrivere”. In occasione della Conferenza sul futuro dell’Europa promossa dalla Commissione Europea, il Salone Internazionale del Libro e l’Ufficio in Italia del Parlamento Europeo celebrano gli ottant’anni della prima pubblicazione del Manifesto di Ventotene con una chiamata aperta alle scuole per continuare quel progetto di manifesto. Gli studenti hanno creanto un catalogo sul futuro dell’Europa. Le seconde classi stanno anche partecipando a “Europa=Noi”, progetto realizzato dal Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri e promosso in collaborazione con la Commissione europea, il Parlamento europeo e il Ministero dell’Istruzione. L’iniziativa consente agli studenti di effettuare un percorso di scoperta della storia, dei valori, delle Istituzioni e dei programmi europei, con particolare attenzione ai diritti e doveri connessi alla cittadinanza e ai Trattati che hanno consentito, nel tempo, la costituzione e lo sviluppo dell’Unione europea. Tutte le nostre classi, non solo le seconde, sono comunque impegnate nell’elaborazione di progetti sull’Unione Europea, gli alunni si stanno cimentando nella produzione di disegni, fotografie, articoli e presentazioni. Questo è solo un esempio, seguiranno presto altre pubblicazioni!

https://view.genial.ly/6093a0630e8b750da03278f4/social-horizontal-post-europe-day-lets-build-the-eu-with-our-own-hands

Schermata 2021 05 04 alle 20.23.33Mercoledì 5 maggio alle 16:00, in occasione della Giornata nazionale contro la pedofilia, la Regione Puglia presenta il libro Rompiamo il silenzio. Dal maltrattamento all’abuso sessuale sui minori un modo per prevenire e scoprire gli abusi, realizzato con il sostegno di Regione, Ufficio Scolastico Regionale e Questura di Foggia. Nel corso del pomeriggio verrà presentato il protocollo di intesa per la prevenzione e il contrasto al maltrattamento e all’abuso sessuale su minori che coinvolgerà alcune scuole pubbliche pugliesi tra cui la Michelangelo. L'evento sarà diffuso in streaming sulla pagina Facebook istituzionale della Regione Puglia.

logoGiochiBocconi e1617369133191Anche quest’anno, seppure in modalità on line, nel rispetto delle misure di sicurezza dettate dalla pandemia, alcuni alunni della nostra scuola hanno partecipato alle semifinali regionali dei Campionati Internazionali di Giochi Matematici. I Giochi sono organizzati dalla Università “Bocconi” e accreditati dal MIUR come iniziativa partecipante al programma di valorizzazione delle eccellenze. Dei circa 300 ragazzi che hanno partecipato alle semifinali, nel nostro stesso distretto (BA-BAT-TA), 56 si sono classificati per la finale nazionale: 48 per la categoria C1 (alunni che frequentano i primi due anni della Secondaria di 1°Grado) e 8 per la categoria C2 (alunni che frequentano il terzo anno della Secondaria di 1°Grado e il biennio della Secondaria di 2°Grado). Dei 48 alunni della categoria C1, classificatisi per la finale nazionale, ben 15 sono alunni della nostra scuola e, tra questi c’è il primo in graduatoria!  Per la categoria C2, due degli 8 ammessi alla finale nazionale sono ragazzi della Michelangelo e, anche in questo caso, il primo in graduatoria è uno di loro! Nel Concorso Parallelo, novità introdotta quest’anno dalla Bocconi, 7 dei 15 ragazzi classificatisi nella categoria C2 sono nostri alunni e, anche qui, il primo in graduatoria è un alunno della Michelangelo! Un plauso a tutti i nostri ragazzi ed un “Ad Maiora” agli alunni per i quali la gara continua. Il prossimo appuntamento è per il 5 giugno 2021. Forza ragazzi, siamo tutti con voi!!

autIn occasione della “Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo” (2 aprile), istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’ONU, il nostro Istituto, su impulso dei Dirigente Scolastico e seguendo le indicazioni della nota MIUR 14014 del 01/04/2021, ha proposto, anche quest’anno, un momento di riflessione per accrescere negli studenti la conoscenza e la sensibilità sul tema delle differenze individuali. Pertanto l’8 aprile tutti i docenti, dopo la visione del filmato Possono accadere cose meravigliose, hanno coinvolto l’intera comunità scolastica sulla tematica dell’Inclusione, invitando a realizzare prodotti significativi e creativi. I nostri ragazzi hanno mostrato uno spiccato interesse e grande sensibilità, traducendo il vivace dibattito in elaborati particolarmente originali.

antoNelle giornate del 30 e 31 marzo 2021, gli alunni di tutte le classi seconde del nostro Istituto hanno potuto incontrare in remoto Domenico Diacono, padre di Antonella e fondatore dell’associazione a lei dedicata “Anto Paninabella”, che dal 2018 si attiva nel coinvolgere scuole e istituzioni in iniziative finalizzate a creare dei punti di contatto con gli adolescenti e affrontare il problema del disagio giovanile. Questa iniziativa, fortemente voluta dal Dirigente scolastico, prof.ssa Antonietta Scurani, si inserisce, agevolmente e in continuità con i precedenti anni scolastici, nel novero di azioni promosse dalla scuola Michelangelo come strategia di prevenzione, di attenzione, di tutela ed educazione dei minori. Nella nota ministeriale alle Linee di Orientamento per la prevenzione e il contrasto del Bullismo e Cyberbullismo 2021 si pone in evidenza come la scuola debba puntare “alla costruzione di un’etica civile e di convivenza grazie alla quale ogni ragazzo/ragazza conosca e comprenda il significato delle parole dignità, riconoscimento, rispetto, valorizzazione”. La cura della relazione con l’Altro e la valorizzazione delle differenze sono state al centro del coinvolgente intervento del nostro ospite, che attraverso la storia di Antonella, raccontata da foto, illustrazioni e video, è riuscito a parlare con semplicità ai nostri alunni, trasmettendo loro i valori dell’empatia e della resilienza. Prendersi cura dell’Altro, abbracciando le sue paure, restandogli accanto è un primo passo per sfondare il muro del silenzio dietro cui i più vulnerabili si nascondono, fagocitati dal “Mostro del pregiudizio”.