Contenuto principale

testata vasari

giuliocesareTutte le nostre classi terze di seconda lingua francese hanno partecipato il giorno 7 giugno 2019, presso l’Istituto “G. Cesare” di Bari, alla cerimonia di premiazione con cui si è conclusa la terza annualità del progetto Twictée. 
Questo progetto, promosso dal suddetto Istituto in collaborazione con l’Alliance française e che ha visto coinvolte da quest’anno diverse scuole secondarie di primo grado del territorio, ha reso più collaborativo e accattivante per i nostri alunni il tradizionale dettato in lingua francese (Dictée) attraverso l’uso del social Twitter (da cui la crasi “Twi-ctée”).
Attraverso la metodologia della classe capovolta, le classi suddivise in gruppi hanno negoziato le tre Twictée inviate dalla lettrice madrelingua del “G.Cesare” nel corso dell’intero anno scolastico, mirando a formulare la “zérofautes”, cioè il dettato senza errori.
Il contest con le altre scuole ha visto premiati un gruppo di una nostra terza che ha totalizzato ben tre “zérofautes” e un congruo numero di altri gruppi delle diverse sezioni del nostro Istituto con due dettati senza errori. Chapeau!

ACISi è tenuta il 30 maggio nell’auditorium della polizia stradale di Bari la premiazione del concorso promosso dalla Commissione Traffico e Circolazione dell’Automobile Club di Bari  sulla sicurezza stradale “Sulla strada: diritto alla mobilità e disabilità”, rivolto agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. La manifestazione ha visto i saluti e gli interventi del Presidente dell’Aci-Bari, del Dirigente della locale Sezione di Polizia Stradale, del responsabile della Commissione traffico e circolazione e dei rappresentanti dei Comuni di Bari, Ruvo di Puglia e Andria, sedi delle scuole premiate, tra le quali il nostro Istituto che ha presentato gli elaborati di alunni delle classi precedentemente convolte in una attività di formazione a scuola. La visione degli elaborati delle scuole intervenute è stata occasione per riflettere sull’importanza del rispetto delle regole del codice della strada con una particolare attenzione per le persone disabili e per il rispetto di infrastrutture ed ausili alla guida che ne facilitano gli spostamenti.

unicefLa nostra scuola ha aderito al I° concorso regionale Unicef Puglia 2019 “Ogni bambino è vita” sensibilizzando ancora una volta gli alunni al valore della solidarietà e del rispetto.

alternanzaNel dare seguito e concretezza alle attività in rete con gli Istituti di secondo grado del territorio, si è appena conclusa nel nostro Istituto, l’attività di orientamento Alternanza Scuola-Lavoro “Le français pour tous“ e  “L’ espagnol pour tous“ promossa dall’ IISS G. Cesare con l’Alliance française e l’Institut de France, svoltasi nei mesi di dicembre e maggio in orario curricolare. Il nostro Istituto ha accolto gli alunni della classe IV DL dell’IISS G. Cesare e ha dato loro la possibilità di sensibilizzare i nostri alunni, attraverso brevi segmenti didattici,  allo studio della lingua francese nelle terze di spagnolo e della lingua spagnola nelle terze di francese. Gli alunni del liceo linguistico hanno animato le lezioni con giochi didattici, canzoni, poesie e un lavoro di squadra che ha permesso di trasmettere contenuti semplici e coinvolgenti e  ha altresì portato a stringere un rapporto diverso e costruttivo con i “loro discenti“, potenziando puntualità, flessibilità, apertura all’altro, autonomia e condivisione del lavoro.

 


manifestopop

PHOTO 2019 05 28 15 37 23E’ giunto ormai alla seconda annualità il Progetto “Dal disagio alla criminalità. Quale giudice per i minorenni?“ per una sempre migliore informazione dei giovanissimi nelle scuole su tematiche scottanti di Legalità. Sono molti, infatti, i minorenni che vivono situazioni di devianza. Il contesto in cui questi giovani crescono assume un ruolo fondamentale a causa della crescente povertà, non soltanto materiale, ma soprattutto educativa e culturale. I minori e le loro famiglie, infatti, con sempre maggiore frequenza non riescono a percepire la gravità delle scelte e dei percorsi a rischio intrapresi. In questa direzione la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bari, in collaborazione con il Tribunale per i Minorenni di Bari, l’USR Puglia, l’Associazione Italiana dei Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia (AIMMF) - Sezione di Bari e “Libera. Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie”, hanno voluto proseguire anche quest’anno tale loro percorso educativo nelle scuole, utile a rendere più concreta la conoscenza delle problematiche attinenti al disagio e alla devianza minorile nonché delle modalità d’intervento proprie della magistratura minorile. Per decisa volontà della Dirigenza, dunque, una folta platea di ragazzi di Terza del nostro Istituto, coordinata dalla docente Referente per la Legalità, ha seguito, recentemente, con estremo interesse e coinvolgimento il laboratorio interattivo proposto a scuola dalla dott.ssa Mariapia Locaputo, giudice onorario, e dalla dott.ssa Ketty Lombardo Pijola, giudice togato del Tribunale dei Minori, coadiuvate dal delegato di LIBERA, dott. Claudio Campanelli. Una vivace interazione degli alunni presenti, quesiti, problematiche focalizzate insieme agli illustri Esperti hanno confermato ancora una volta l’essenzialità di tali proposte educative, imprescindibili oramai per un sano percorso scolastico di formazione.

sperimentazione