Contenuto principale

testata vasari

Senza nome

Manifesto aido WEB

Attachment 1A distanza di 27 anni dalla tragica strage di Capaci di stampo mafioso, l’impegno della scuola, delle associazioni e degli educatori non smette di voler trasmettere ai giovani il senso e il significato del sacrificio di valenti magistrati quali i giudici Falcone e Borsellino e degli uomini delle loro scorte. A tal fine il 23 Maggio scorso, in sintonia con la manifestazione nazionale #PalermoChiamaItalia per dire No alle mafie, svoltasi in contemporanea a Palermo, per iniziativa  dell’USR per la Puglia, dei Padri Salesiani dell’Istituto Redentore di Bari, dell’Associazione LIBERA e della nostra Michelangelo, molte scuole del territorio di ogni ordine e grado si sono date appuntamento presso il noto Istituto religioso. Attraverso gare, danze, giochi, riflessioni e testimonianze con i giovani studenti, presenti anche gruppi di nostri alunni di prima, personalità di rilievo quali il Magistrato Marco Dinapoli, il Delegato di LIBERA Mario Dabbicco, la prof.ssa Santacroce, la dott.ssa Fancesca Romana Di Febo, ispettrice USR, il testimone Pinuccio Fazio e la nostra Dirigente, prof.ssa Scurani hanno evocato quanto a seguito del tragico evento di Capaci la coscienza antimafia divenne un sentire comune tra i cittadini concordi nella condanna di ogni organizzazione di carattere mafioso nella lotta al crimine organizzato. Di qui la richiesta ai giovani di essere “SENTINELLE DELLA LEGALITA’” nei loro ambienti di vita, di svago e di lavoro, testimoniando consapevolmente la Legalità nel quotidiano col rispetto delle regole sociali e delle Leggi dello Stato.

 

capaciL’Ufficio Scolastico Regionale, in collaborazione con i Padri Salesiani del Redentore di Bari, con l’Associazione Libera e con la S.M.S. “Michelangelo” di Bari, organizza il giorno 23 maggio p.v. una manifestazione dedicata al Ricordo della strage di Capaci ed alla lotta contro le mafie. Alla cerimonia, parteciperanno le scuole primarie, secondarie di I grado e secondarie di II grado.
Per gli alunni delle scuole primarie sono previste attività ludiche in squadra per approfondire l’esperienza della cooperazione e i principi della la lealtà, correttezza, rispetto delle regole. Per gli alunni delle scuole secondarie di primo grado è prevista la partecipazione ad una caccia al tesoro sul tema della legalità. Gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado potranno partecipare ad un torneo intitolato “Per un libro ... di legalità”, per la partecipazione è prevista l’iscrizione di una sola classe o gruppo di alunni per istituzione scolastica. I vincitori delle gare regionali per ogni grado di scuola riceveranno in premio libri che serviranno ad arricchire la biblioteca scolastica, gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado riceveranno un contributo per visitare una località dove si trova un bene sequestrato alla mafia.
Nel corso della manifestazione sarà riservato uno spazio alle testimonianze di persone direttamente coinvolte nella lotta alla mafia. A conclusione della giornata gli studenti assumeranno formalmente l’impegno di essere, nei loro luoghi di vita, “sentinelle della legalità”.
Gli Istituti che vorranno partecipare potranno iscriversi, entro e non oltre il 19 maggio p.v., compilando il modulo al seguente link: https://forms.gle/tgyutYWRtUTQ2PmJ9.

popoli2019Il pomeriggio dello scorso 17 Maggio ha avuto inizio la Festa dei Popoli 2019 con la festosa marcia inaugurale che partendo da Largo Lorusso si è diretta verso la nuova sede nel parco Princigalli -vicino Showille - e a cui hanno partecipato anche alcuni docenti, alunni e genitori della nostra scuola. Alla base di questo evento, ricco di colori, musica, danze e cucina etnica ci sono i valori della condivisione, della multiculturalità, dell’incontro tra culture differenti.

diaconoSi è concluso, presso l’Auditorium della nostra scuola, il ciclo di incontri con il prof.Domenico Diacono e Angela Albanese (Associazione Anto Paninabella OdV) programmato per le giornate del 13 e 16 maggio 2019.
Tutti i nostri alunni delle seconde classi e una delegazione  delle prime hanno ascoltato, con grande attenzione ed emozione, la storia di Antonella attraverso la testimonianza dei suoi genitori , la visione di filmati e la lettura di alcuni “frammenti” dei suoi pensieri.
Il dibattito, che  ne è seguito, è stato intenso e ha rivelato una straordinaria empatia e profondità di riflessione dei nostri ragazzi. Con questa iniziativa, promossa con entusiasmo dal Dirigente scolastico prof.ssa Antonietta Scurani, si è voluto  far comprendere ai giovani l’importanza del dialogo, che aiuta ad esprimere l’insidioso disagio adolescenziale, e del rispetto dell’altro attraverso le parole.
Le parole usate per offendere possono contribuire ad accrescere il  disagio di chi ci appare “diverso”, ma esse devono invece servire a far crollare   “il muro di silenzio” e dare una speranza a chi si sente solo:
“Per tutte le persone sole, apatiche e tristi voglio dare solo un messaggio.
Non siete i soli a soffrire.
Non siete soli.” (Antonella Diacono)

wordpressMartedì 14 Maggio 2019 nell'auditorium della nostra scuola abbiamo ospitato la dott.ssa Francesca Russi (giornalista del quotidiano "La Repubblica") e il dott. Giuseppe Campanelli (associazione CIME, organizzatore della mostra "World Press Photo" a Bari), che hanno dialogato con gli studenti e con le studentesse sul tema "Reportage: raccontare con le fotografie e con le parole". Durante l'incontro i relatori hanno catturato l'attenzione di tutti e ne hanno stimolato la curiosità parlando anche di fake news, libertà di stampa, diritti d'autore, rispetto della privacy. Sollecitati da alcune domande ci hanno fatto riflettere sull'etica professionale dei giornalisti e dei fotoreporter. Infine, hanno presentato la mostra "World Press Photo 2019" che farà tappa a Bari dal 17 Maggio al 23 Giugno al Teatro Margherita ed hanno invitato i ragazzi e le ragazze a visitarla con le loro famiglie.