Contenuto principale

testata vasari

stefano5Il giorno 23 settembre 2019 si sono recati in presidenza per la consegna del premio di studio “Stefano Costantino” quattro alunni del nostro Istituto, di cui due ragazze frequentanti la classe seconda e due ragazzi la classe terza, che si sono distinti nel precedente anno scolastico per impegno, senso di responsabilità, passione per lo studio. Con grande emozione e gioia i quattro studenti hanno ricevuto il premio, consistente in un buono per l’acquisto di materiale scolastico. Congratulazioni ai ragazzi!

DISCIPLINE UMANISTICHE LOCANDINA72 2

unicef2019Consapevoli del valore dello studio e del vivere in famiglie che tengono al percorso di crescita dei propri figli, i ragazzi del nostro istituto non si sono dimenticati di chi è meno fortunato di loro e si sono impegnati per donargli una "scuola in scatola”: perché  è solo con la diffusione del  Sapere che si donano  gli strumenti per porre fine a diseguaglianze e povertà. Grazie Unicef, che ci sensibilizzi e ci permetti di crescere ed essere migliori!

PHOTO 2019 06 15 17 43 54Nella splendida cornice del Monastero di Santa Chiara a Brindisi, la sera del 14 giugno scorso, si è tenuta la premiazione del concorso letterario “Mare d’inchiostro - Festival della letteratura del mare” dedicato al rapporto dell’uomo con il mare ed all’impegno doveroso verso la salvaguardia ambientale. L’iniziativa, curata dall’Associazione “VEDETTA SUL MEDITERRANEO” in partenariato con l’Associazione REGATA INTERNAZIONALE “BRINDISI-CORFU’”, ha visto protagonisti, oltre a numerosi ospiti velisti, apneisti, atleti di sport acquatici, anche le scuole in concorso. Ad un alunno di seconda della nostra Michelangelo, in particolare, è stato riconosciuto il premio della Critica da parte di giornalisti – scrittori RAI, esperti del settore, per aver espresso nel proprio elaborato l’idea del mare inteso come luogo dell’anima, capace di suscitare nostalgie, paure ma anche sogni, speranze, vittorie. Ancora una splendida affermazione dei nostri valenti scrittori in erba…

PHOTO 2019 06 07 19 16 58

Riconoscere e conservare, ascoltare e trasmettere, evocare e inventare. La Scuola Michelangelo di Bari continua, anche quest’anno, a promuovere la conoscenza del proprio territorio attraverso una modalità “altra”, che si misura con la dimensione dell’esercizio alla bellezza, del confronto, della creazione e, questa volta, anche della produzione. In una società come quella attuale che chiede di colmare la distanza tra nozione e competenza, i nostri ragazzi hanno realizzato un percorso virtuoso, teorico e pratico, che parte da un’analisi per arrivare ad un progetto di stampa 3D, attivando quell’attività laboratoriale che sviluppa autonomia, consapevolezza e responsabilità. Ognuno di loro ha scelto un’immagine d’elezione: l’ha studiata, osservata, ri-costruita generando un modello reale e virtuale. La nostra città, ora, è una piccola collezione, capace di riprodursi nella vita di chi l’ha incontrata ed amata. In occasione dell'inaugurazione si ringraziano il Governatore della Regione Puglia, il Comune di Bari ed in particolare l'Assessore Paola Romano e il Consigliere Marco BronziniFrancesco Carofiglio del Consorzio Idria, il Dirigente Scolastico, i docenti e gli studenti che hanno reso possibile la realizzazione del progetto "Bari POP Souvenir".

85392Tutti gli alunni della comunità scolastica hanno condiviso successi e insuccessi, impegnandosi ad accettare con serenità le sconfitte e a gioire senza vanto delle vittorie. Inoltre, hanno dimostrato l'entusiasmo di partecipare con spirito di amichevole rivalità e, confrontandosi "classe contro classe", hanno dato ognuno il meglio di sé!

 

 

giuliocesareTutte le nostre classi terze di seconda lingua francese hanno partecipato il giorno 7 giugno 2019, presso l’Istituto “G. Cesare” di Bari, alla cerimonia di premiazione con cui si è conclusa la terza annualità del progetto Twictée. 
Questo progetto, promosso dal suddetto Istituto in collaborazione con l’Alliance française e che ha visto coinvolte da quest’anno diverse scuole secondarie di primo grado del territorio, ha reso più collaborativo e accattivante per i nostri alunni il tradizionale dettato in lingua francese (Dictée) attraverso l’uso del social Twitter (da cui la crasi “Twi-ctée”).
Attraverso la metodologia della classe capovolta, le classi suddivise in gruppi hanno negoziato le tre Twictée inviate dalla lettrice madrelingua del “G.Cesare” nel corso dell’intero anno scolastico, mirando a formulare la “zérofautes”, cioè il dettato senza errori.
Il contest con le altre scuole ha visto premiati un gruppo di una nostra terza che ha totalizzato ben tre “zérofautes” e un congruo numero di altri gruppi delle diverse sezioni del nostro Istituto con due dettati senza errori. Chapeau!