Contenuto principale

testata vasari

foto manifestazioneLunedì 6 giugno l’auditorium della scuola Michelangelo ha ospitato la manifestazione conclusiva del progetto “Sognare un mondo senza frontiere”. Si è trattato di una grande festa al termine di un intenso  percorso che ha coinvolto gli alunni di quattro scuole impegnati nella lettura del libro “La frontiera raccontata ai ragazzi che sognano un mondo senza frontiere” di Alessandro Leogrande, adattato ai ragazzi dalla scrittrice  Nadia Terranova. Ospiti d’eccezione sono state l’Assessore Paola Romano e la prof.ssa Maria Giannico (madre di Alessandro Leogrande) che hanno reso speciale la cerimonia di premiazione dei lavori presentati per il concorso legato al progetto. Numerosi premi sono stati assegnati sia agli studenti delle scuole primarie che secondarie coinvolte. Anche la famiglia Leogrande ha voluto premiare dei lavori. 

Il progetto è stato patrocinato dal Comune di Bari (Assessorato alle politiche educative e giovanili) e si è svolto in partnership  con l’associazione culturale “Donne in corriera” che si è occupata anche di costituire la commissione di valutazione dei lavori in concorso. Quattro le scuole che hanno lavorato in rete: il XIV C.D. Re David, il XVII C.D. Poggiofranco, le scuole secondarie di primo grado Zingarelli e Michelangelo.

Il Dirigente scolastico dell’istituto Michelangelo, prof.ssa Antonietta Scurani, ha promosso l’iniziativa accogliendo l’idea della docente referente e coordinatrice del Concorso. Il percorso, nelle sue varie fasi, si è sviluppato durante l’intero anno scolastico ed è stato un vero e proprio esercizio di cittadinanza attiva per tutti i soggetti coinvolti. 

Gli alunni delle classi quinte del XIV C.D. Re David e del XVII C.D. Poggiofranco con gli alunni delle classi seconde e terze della scuola Michelangelo e delle classi terze della scuola Zingarelli hanno letto il libro “La Frontiera raccontata ai ragazzi che sognano un mondo senza frontiere”. Il testo si è rivelato di grande attualità, sia per le storie raccontate sia per il pensiero di Leogrande che traspare dalla narrazione. Non il classico libro di narrativa, ma un reportage giornalistico che ha aiutato gli studenti anche a leggere i fatti di cronaca più recenti. Dopo aver lavorato sul testo e aver svolto delle attività laboratoriali, tutti gli studenti hanno incontrato online il 29 aprile la prof.ssa Marilina Leogrande e Nadia Terranova che hanno aiutato i giovani lettori a conoscere meglio l’autore, tracciandone il suo profilo umano e professionale, e a scoprire i dettagli dell’operazione editoriale di adattamento ai ragazzi di un’opera densa e complessa. Un incontro che ha emozionato tutti e ha fatto sentire vivo e vicino Alessandro Leogrande. 

Il frutto del lavoro svolto dalle classi e dalle insegnanti è esposto nella mostra “La Frontiera raccontata DAI ragazzi che sognano un mondo senza frontiere” allestita nei locali della Michelangelo. Inaugurata lunedì 6 giugno, la mostra rimarrà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 fino al 30 giugno