Stampa
PHOTO 2021 06 09 11 49 42Ampio il coinvolgimento con cui alcuni ragazzi delle seconde classi del nostro istituto hanno  aderito al progetto MIBCAT- Poli di Biblioteche scolastiche  della cui rete la nostra scuola fa parte. L'iniziativa, terza tappa dell'iter  intrapreso dalla nostra scuola grazie al polo biblioteche per la promozione del libro e della lettura, ha avuto la finalità di suscitare curiosità e amore per il libro, di far emergere il bisogno e il piacere della lettura. Sì, il bisogno…perché il vero lettore è quello che si sente orfano ogni volta che conclude un libro e non vede l'ora di immergersi in nuove pagine e in nuove avventure. In molti hanno spontaneamente scelto di intraprendere questo percorso dove la lettura esula il concetto di mero dovere scolastico, del resto come Pennac  insegna il verbo leggere non sopporta l'imperativo, avversione che condivide con alcuni altri verbi: il verbo "amare", il verbo "sognare". Abbiamo puntato ad un obiettivo più alto: che attraverso il libro i nostri ragazzi  imparino a trovare se stessi, a dialogare con i loro personaggi, a identificarsi in qualcuno di essi,a immedesimarsi e emozionarsi, arrabbiarsi o commuoversi, ridere o piangere; abbiamo puntato,in questi monotoni giorni in cui il coprifuoco regna sovrano,  a farli viaggiare nel tempo e nello spazio, a fargli vivere mille nuove avventure. Del resto ben affermava Umberto Eco quando asseriva che “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c'era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l'infinito…”  Alla provocatoria domanda posta a ciascuno di loro :"Tu… quanti anni vuoi vivere? Quante vite vuoi fare tue?" i ragazzi ci hanno risposto con grande brio racchiudendo le loro riflessioni sul percorso intrapreso in prodotti creativi e colorati , focalizzando l'attenzione sulle emozioni che hanno suscitato in loro le pagine del libro, su un personaggio che li ha particolarmente colpiti, su una frase che gli ha consentito di dialogare con se stessi o riflettere sul mondo, sul piacere di aver trovato l'amico libro!  Ancora una volta ci hanno stupito, trasmettendoci il loro entusiasmo in modo da “contagiare” gli altri al piacere di leggere!  
I libri, acquistati grazie al contributo offerto dalle  Biblioteche scolastiche in rete, sapientemente guidato dalla scuola capofila Marco Polo, confluiranno nella Biblioteca d'Istituto.